IT | EN

Santa Maria della Pomposa °

La Guida di Modena

Santa Maria della Pomposa °

 

Piazza della Pomposa
Aperto 10-12, 16-19
059 225131
 

La chiesa, che è dedicata a San Sebastiano, deriva il nome dall’abbazia della Pomposa, vicino Comacchio, dalla quale dipese dalle origini duecentesche fino al 1492 (come testimonia una bolla papale del 1153). L’aspetto attuale risale agli anni 1717-19. Proprio in quel tempo, il prevosto alla cappella era Ludovico Antonio Muratori, il più grande storico, giurista, letterato, erudito modenese del XVIII secolo: a lui si deve la decisione di riedificare l’antica chiesa. Morto egli nel 1750, spogliata nel 1774 e soppressa la parrocchia, la chiesa verrà riaperta solo nel 1814. Dal 1923 la costruzione, che domina la piazza°, è stata dichiarata Monumento Nazionale.
Annesso alla chiesa è poi il museo dell’Aedes Muratoriana°.
Nella confrofacciata, una targa ricorda l’opera di Ludovico Antonio. Nella prima cappella di sinistra si può osservare il monumento funebre al Muratori, realizzato nel 1931 da Ludovico Pogliaghi, mentre nelle altre sono collocate tele di Giovanni Boulanger (sull’altar maggiore una sua copia del 1659 del quadro del Correggio ritraente La Madonna col Bambino, San Sebastiano e San Rocco), Bernardino Cervi e Francesco Vellani (Storie di San Sebastiano nei coretti).